Lamborghini Huracán Evo: più cattiva con il restyling

Dopo quattro anni, la Huracán si aggiorna e diventa Evo: ha 30 CV in più e novità per la guida in pista.

0-100 IN MENO DI 3 SECONDI - Quasi invariata nel look, dove cambiano pochi dettagli, la supercar Lamborghini Huracán Evo sarà in vendita dalla primavera 2019 con migliorie per l’aerodinamica, la guida e il motore, messe a punto dalla casa emiliana per rendere ancora più veloce ed entusiasmante la vettura, rivale di Ferrari 488 GTB e Porsche 911 GT3 RS. Il modello “rinfrescato” prende il nome Huracán Evo e adotta il noto motore aspirato V10 di 5.2 litri, che rispetto alla Huracán guadagna 30 CV e 40 Nm di coppia (ha 640 CV e 600 Nm). Le prestazioni si fanno ancora più adrenaliniche, tanto è vero che la Lamborghini dichiara uno scatto da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi (0,3 in meno) e uno “0-200” in 9 secondi. La velocità massima è di oltre 325 km/h.

UN AIUTO DALL’ELETTRONICA - La Lamborghini Huracán Evo riceve nuovi accorgimenti anche per migliorare la guida fra le curve, dove spicca la novità delle ruote posteriori sterzanti, una dotazione già vista sulla più potente e costosa Lamborghini Aventador S che fa aumentare la reattività dell’auto nei repentini cambi di direzione tipici della guida in pista. È questo uno dei terreni più congeniali alla Huracán Evo, ora dotata di un’evoluta centralina elettronica che aiuta il guidatore nelle manovre al limite dell’aderenza: la Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata (LDVI) elabora le informazioni provenienti dallo sterzo, dalle sospensioni attive e da altri sensori (tengono conto delle condizioni stradali e dei movimenti della carrozzeria) e rende l’auto più gestibile, aiutando così il pilota a gestire l’enorme potenza anche su fondi difficili. Le “maglie” del sistema LDVI si allargano cambiando programma di guida: in strada la Huracán Evo è più prevedibile, in Sport diventa più impegnativa e in Corsa si fa rabbiosa.


STERZO FULMINEO - I tecnici della Lamborghini hanno rivisto lo sterzo, più incisivo anche con piccoli movimenti del volante, e modificato la trazione integrale, che può inviare la potenza anche ad una sola ruota se le altre tre “slittano”. Le novità stilistiche per la Lamborghini Huracán Evo sono più contenute nel frontale, che può contare su un diverso disegno del fascione che però non altera troppo il noto aspetto della vettura, e più accentuate in coda, che è stata sostanzialmente ridisegnata. Sulla Evo cambia anche il fondo della scocca, riprogettato per migliorare il passaggio dell’aria. L’interno mantiene un aspetto grintoso e appagante, ma è presente uno schermo a sfioramento di 8,4” che permette di gestire tutte le principali funzioni dell’auto, compreso lo stato del sistema LDVI, oltre alla connettività per smartphone Apple CarPlay.

fonte alvolante.it